Open post

i cibi e le piante che aiutano la bellezza dei tuoi capelli

I cibi e le piante che aiutano la bellezza dei tuoi capelli

Spesso i trattamenti termici, le tinture, le permanenti, i prodotti per lo styling producono effetti negativi sulla nostra capigliatura, per non parlare dell’azione nociva dei raggi solari, della salsedine o del cloro delle piscine che i nostri capelli devono subire nel periodo estivo. Se è vero che i capelli sono la cornice del volto, allora bisogna impegnarsi per mantenerli sani e forti.
Per proteggere la chioma puoi adottare qualche accorgimento, come ad esempio coprirli con un cappello o con un foulard per proteggerli dal sole, usare degli oli protettivi, ma soprattutto affidarti a cibi e piante che aiutano la bellezza dei capelli, restituendo loro la corretta quantità di vitamine e di proteine di cui hanno bisogno.

 

Ecco come si possono mantenere sani i capelli attraverso la dieta.
Per mantenere la giusta idratazione, come per tutto il corpo, è importante bere almeno due litri di acqua al giorno.
Gli studi condotti sul capello hanno evidenziato la correlazione tra apporto di proteine e capelli più forti, pertanto è importante introdurre nella dieta giornaliera una porzione di proteine magre che ci provengono dalla carne, dal pollo, dal pesce, dalle uova e dai prodotti a base di soia.
Anche alcune spezie sono salutari per i capelli, come il Pepe nero, il Cumino, e la Curcuma: un soffritto di queste spezie in olio extravergine di oliva sarà un ottimo condimento per i tuoi pasti e un’occasione ghiotta per nutrire i tuoi capelli.

I capelli hanno bisogno, così come tutto il nostro corpo, delle Vitamine, responsabili della loro salute e della loro crescita, perciò a tavola sono da privilegiare alimenti come cereali integrali, asparagi, ceci, mais, marroni, crescione, broccoli, spinaci, pomodori, uova, olio extravergine di oliva, come fonte di Vitamina E che contrasta la caduta dei capelli.
Latte, formaggio, uova, pesce, carne, spinaci, olio di fegato di merluzzo, albicocche, pesche, carote, sono alcuni alimenti ricchi di Vitamina A, che favorisce la produzione di sebo sano sul cuoio capelluto.
Arance e agrumi in generale, fragole, kiwi, ananas, pomodori, verdure verdi, contengono Vitamina C, importante per la salute dei capelli.
La Vitamina B6 si trova soprattutto nei cereali integrali, nel lievito di birra, nel tuorlo d’uovo, nelle verdure. Essa è responsabile della produzione di melanina, il pigmento che dà colore ai capelli.
Latte, uova, pesce e pollo sono ricchi di Vitamina B12, che previene la caduta dei capelli.

L’assunzione di Vitamina B5, chiamata anche Acido Pantotenico, è importante nelle età più mature in quanto previene la perdita dei capelli e la formazione di capelli bianchi. Si trova nel lievito di birra, nelle frattaglie, nei cereali integrali e nel tuorlo d’uovo. Questi cibi, insieme a riso e latte contengono anche la Biotina, una vitamina che favorisce la produzione di cheratina.
Naturalmente, quando si parla di salute e di benessere, anche per la bellezza dei capelli vale sempre la raccomandazione di uno stile di vita sano e di un’alimentazione varia e completa.

Complici della salute dei nostri capelli sono anche alcune piante, ad esempio la Salvia, sottoforma di impacco o di tintura madre, è di grande aiuto contro l’alopecia, contrasta la perdita di capelli stagionali e contribuisce a farli crescere sani robusti.
L’Aloe Vera stimola la crescita di nuovi capelli, combatte le allergie e le aggressioni da agenti chimici, contrasta la perdita di capelli. La puoi usare sottoforma di shampoo e di balsamo per capelli.
Il Ginko Biloba assicura la microcircolazione nel cuoio capelluto, quindi l’ossigenazione dei tessuti e la crescita più rapida dei capelli. Questa sostanza si assume per via orale.
L’estratto di Rosmarino rallenta la perdita dei capelli e favorisce la crescita di una chioma bella e fluente.

 

Open post

Bava di lumaca proprietà e benefici per la pelle

Bava di lumaca proprietà e benefici per la pelle

Pur essendo note già dall’antichità le sue straordinarie proprietà benefiche per la pelle, solo a partire dagli anni ’80 i laboratori cosmetici si sono impegnati per impiegare la bava di lumaca nei prodotti di bellezza, ottenendo creme per il viso dai risultati sorprendenti.

Oggi la bava di lumaca è l’ingrediente preferito e più apprezzato per la sintesi di cosmetici, addirittura pare che in alcuni centri più all’avanguardia, ispirati dalla moda giapponese, pratichino il Celebrity Escargot Course, un trattamento antietà che sfrutta l’azione della bava rilasciata dalle lumache libere di muoversi sul viso delle clienti.

 

 

 

D’altra parte, questa secrezione ha attirato l’attenzione quando, nel lontano 1980, si osservò che gli allevatori di lumache avevano mani molto morbide, che eventuali ferite guarivano rapidamente senza lasciare cicatrici.
Ma vediamo innanzitutto che cos’è la bava di lumaca.

Si tratta di una sostanza dall’aspetto gelatinoso, naturale, non sintetizzata chimicamente nei laboratori, che le lumache producono grazie a particolari ghiandole situate nel piede e che rilasciano al loro passaggio per migliorare l’aderenza alle superfici e spostarsi anche in verticale, per idratarsi e, al contempo, per scoraggiare i loro predatori.

 

 

 

Le ricerche scientifiche condotte sulla bava di lumaca hanno evidenziato la presenza di numerose sostanze prodigiose per la pelle: il Collagene, che idrata e ammorbidisce la pelle, l’Acido Glicolico, che facilita l’esfoliazione dello strato più superficiale rendendo il viso più luminoso, l’Elastina, che conferisce elasticità alla pelle, l’Allantoina, che favorisce il suo turnover, oltre a considerevoli dosi di Vitamine e Proteine, in pratica sostanze simili a quelle contenute nel nostro derma.

La concentrazione di queste sostanze cambia in base alla varietà della lumaca e all’allevamento da cui proviene, l’ideale sarebbe utilizzare la secrezione di gasteropodi inseriti in un habitat naturale, lontano da inquinamento e smog anziché da allevamenti intensivi, perché in questo caso la loro bava risulta impoverita. Per la produzione dei cosmetici si preferisce raccogliere il muco della Helix Aspersa, una varietà di lumaca molto comune in Italia e nelle zone mediterranee la cui secrezione è particolarmente ricca di sostanze benefiche.

Alla bava di lumaca sono state riconosciute anche proprietà antiossidanti grazie all’alta concentrazione di Vitamina E che contrasta l’invecchiamento delle cellule e la formazione di radicali liberi, pertanto rappresenta una valida alleata contro le rughe e le macchie della pelle, agendo come sbiancante naturale.
L’ Allantoina, una sostanza emolliente, in sinergia con le vitamine presenti nella bava, la rende efficace contro le piccole cicatrici dovute ai brufoli, ha potere riempitivo sulle smagliature, favorisce il ricambio delle cellule dell’epidermide. 
Il prezioso contenuto di Collagene ed Elastina conferiscono alla bava di lumaca proprietà elasticizzanti, mentre le proteine presenti nella sua composizione favoriscono l’idratazione e l’ossigenazione dei tessuti, perciò la bava di lumaca possiede proprietà idratante e rende la pelle più morbida e sana.

Burro di cacao fai da te: Ingredienti e preparazione

Il burro di Cacao è ricco di sostanze nutritive e idratanti per la pelle

Scopri il procedimento per creare il tuo personalizzato

La preparazione del burro di cacao è un procedimento relativamente semplice che può essere svolto a casa da tutti gli adulti e i bambini accompagnati (e supervisionati) che si vogliono cimentare in qualcosa di nuovo, utile e divertente.

Di seguito vi spiegherò come creare il vostro burro di cacao in modo facile e veloce:

Di Cosa Avete bisogno?

Utensili:

  • Recipiente o pentolino metallico
  • Pentola medio/grande
  • Cucchiaio metallico
  • Contenitore o vecchio recipiente del burro di cacao

Ingredienti:

 

  • 2-3 cucchiaini di burro di karitè
  • 2-3 cucchiaini di burro di cacao
  • 1 pezzettino di cioccolato fondente

Tempo: 15/20 minuti

Tipo Preparazione: Bagnomaria

 

Preparazione:

  1. Mettete in un recipiente metallico di piccole dimensioni il quadratino di cioccolato.
  2. Intanto in una pentola più grande mettete dell’acqua e fate bollire.
  3. Successivamente inserire al suo interno il recipiente metallico per procedere alla cottura a bagnomaria.
  4. Quando il cioccolato è quasi sciolto aggiungete burro di Karité e burro di cacao, mescolate bene per amalgamare il tutto.
  5. A questo punto potete spegnere il fornello e se volete potete aggiungere qualche aroma, ad esempio una goccia di olio essenziale che si sposi con il cioccolato (vaniglia, cannella ecc.)
  6. A questo punto il burro di cacao è quasi pronto, basterà metterlo in un piccolo recipiente (vasetto, vecchia confezione di burro di cacao) ben lavato e farlo riposare a l’aria aperta per 30/60 minuti.
  7. Successivamente riporlo in frigo fino a quando non diventerà completamente solido.

Con lo stesso procedimento, si possono creare un ventaglio di burri di cacao cambiando parte degli ingredienti. Come base rimangono il burro di cacao e il burro di Karité, la cottura sempre a bagnomaria, cambiano gli aromi.

Trova combinazioni nuove, prova accostamenti azzardati e divertiti a creare il tuo burro di cacao personalizzato, usando oli essenziali, spezie ecc.

 

Scroll to top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi